Giovedě, 29 Giugno 2017  

MATERIALE DOCUMENTALE

IN EVIDENZA

PROGRAMMI DEI CORSI , MATERIALE DIDATTICO E INFORMAZIONI PER GLI STUDENTI

LINKS

ISTITUZIONI IN ITALIA

ISTITUZIONI NEL MONDO

LA RIFORMA COSTITUZIONALE ED ELETTORALE

LINKS UTILI

PROGETTO STRATEGICO CNR "SUPPORTO ALL'ATTIVITA' DEL PARLAMENTO" E RICERCHE PRIN

SCRITTI RECENTI

REFERENDUM ABROGATIVO E REVIVISCENZA

Federico II: alle origini dello Stato sociale

"NOMOS. LE ATTUALITA' DEL DIRITTO

CONVEGNI, ATTI E SEMINARI

14/11/2010

«9 Dicembre 2010-Il Diritto comparato nelle Facolta' di Scienze politiche»

Introducono: Domenico Amirante, Ginevra Cerrina Feroni,Giovanni Cordini e Antonio Zorzi Giustiniani Modera:Fulco Lanchester


Alle ore 14.30 del 9 dicembre, nella Sala delle Lauree della Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Roma “La Sapienza”, si terrà un incontro dedicato in maniera specifica al tema dell´insegnamento delle materie giuridico- comparatistiche nelle Facoltà e nei corsi di laurea non di Giurisprudenza (e con particolare riguardo alle Facoltà di Scienze politiche). Il seminario dei docenti di Diritto comparato svoltosi a Roma ha, infatti, riproposto i problemi della didattica soprattutto per le Facoltà giuridiche, trascurando la specificità dell’insegnamento nelle altre Facoltà ed in particolare in quelle di Scienze politiche, dove si concentrano i pubblico-comparatisti. A questo proposito, ricordo che i docenti di Ius 02 nella lista Cineca sono attualmente 155, di cui 49 non sono allocati nelle Facoltà di Giurisprudenza; i pubblico- comparatisti del settore Ius 21 sono invece 124, di cui 68 non a Giurisprudenza. In particolare, mentre i componenti di Ius 02 a Scienze politiche sono 26, quelli di Ius 21 sono, invece, ben 55 (pari al 54,8% dei componenti del settore).
E´ evidente che, mentre per quanto riguarda la ricerca esiste -al di là delle sensibilità- una omogeneità tendenziale all´interno delle aree e in generale per il settore comparatistico, il problema della didattica non può che essere opportunamente modulato sulla base dei corsi e degli sbocchi professionali.
Il tema è, ovviamente, collegato anche alla riforma Gelmini e possiede una sua rilevanza più generale in relazione alla modifica dei percorsi di studio.
Introdurranno la discussione:
Domenico Amirante, Ginevra Cerrina Feroni,Giovanni Cordini e Antonio Zorzi Giustiniani.